Il programma Garanzia Giovani

Se sei un giovane tra i 15 e i 29 anni, residente in Italia – cittadino comunitario o straniero extra UE, regolarmente soggiornante – non impegnato in un’attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo, puoi aderire a Garanzia Giovani, per usufruire delle opportunità di orientamento, formazione e lavoro previste dal Programma.

Per aderire, occorre accedere al sito Garanzia Giovani e compilare il modulo online cliccando sul tasto “aderisci” in cui dovrai inserire le informazioni anagrafiche. Non appena completata questa fase, il sistema invierà all’indirizzo email da te indicato in fase di registrazione, le credenziali con cui accedere alla tua area personale del portale Cliclavoro.

In questa area potrai completare l’adesione a Garanzia Giovani, selezionando una o più Regioni (o Provincia Autonoma) dove preferisci usufruire di una delle opportunità previste dal Programma. La Regione può essere anche diversa da quella in cui hai il domicilio.
Per conoscere quali sono i servizi erogati dalla Regioni, puoi consultare  la sezione “Il ruolo delle Regioni“.

Se sei già registrato a Cliclavoro, non occorre fare una nuova registrazione! Ti basta accedere alla tua area personale, utilizzando user e password già in tuo possesso e aderire al programma!

Dopo l’adesione, entro 60 giorni, la Regione che avrai scelto ti contatterà per indirizzarti ad uno sportello dei Servizi per l’Impiego (Centro per l’Impiego, Agenzia per il lavoro o altro Ente accreditato per i Servizi al Lavoro) dove concordare un percorso personalizzato per l’inserimento lavorativo o di formazione professionale. Entro 4 mesi, dal momento della stipula del Patto di servizio, ti verrà offerta una misura in linea con il tuo profilo.

Puoi aderire a Garanzia Giovani anche tramite i portali regionali o rivolgendoti direttamente ai Servizi per l’Impiego.

In questa prima fase, presso lo sportello che ti verrà indicato dalla tua Regione, verrai subito informato sui contenuti e sui servizi previsti dal Programma in ambito regionale.

L’operatore ha il compito di fornirti tutte le informazioni nel modo più chiaro possibile per facilitare l’orientamento rispetto ai servizi disponibili.

Con l’aiuto dell’operatore puoi:

  • se non l’hai già fatto, registrarti al Programma grazie all’inserimento dei tuoi dati personali nel modulo online
  • conoscere gli obiettivi del Programma europeo e gli attori coinvolti per la sua attuazione a livello nazionale, la rete dei servizi competenti e i soggetti autorizzati e/o accreditati in ambito regionale
  • scoprire le opportunità, le misure disponibili e il loro funzionamento. Ad esempio, come si attiva un tirocinio, in cosa consiste l’apprendistato, quali sono i percorsi formativi disponibili, come avviare un’impresa o come fare il servizio civile
  • conoscere le modalità per accedere a queste misure, anche con indicazioni operative, e conoscere gli enti del lavoro e della formazione a cui puoi rivolgerti

In questa prima fase, presso lo sportello che ti verrà indicato dalla tua Regione, verrai subito informato sui contenuti e sui servizi previsti dal Programma in ambito regionale.

L’operatore ha il compito di fornirti tutte le informazioni nel modo più chiaro possibile per facilitare l’orientamento rispetto ai servizi disponibili.

Con l’aiuto dell’operatore puoi:

  • se non l’hai già fatto, registrarti al Programma grazie all’inserimento dei tuoi dati personali nel modulo online
  • conoscere gli obiettivi del Programma europeo e gli attori coinvolti per la sua attuazione a livello nazionale, la rete dei servizi competenti e i soggetti autorizzati e/o accreditati in ambito regionale
  • scoprire le opportunità, le misure disponibili e il loro funzionamento. Ad esempio, come si attiva un tirocinio, in cosa consiste l’apprendistato, quali sono i percorsi formativi disponibili, come avviare un’impresa o come fare il servizio civile
  • conoscere le modalità per accedere a queste misure, anche con indicazioni operative, e conoscere gli enti del lavoro e della formazione a cui puoi rivolgerti

Dopo una prima fase informativa di accoglienza, inizia l’orientamento vero e proprio.

Presso il servizio competente che ti è stato assegnato dalla Regione, svolgerai un colloquio individualecon un operatore, il quale è in grado di capire le tue esigenze, bisogni e necessità. Al termine del colloquio, l’operatore individuerà un percorso di inserimento personalizzato che dovrà essere coerente con le tue caratteristiche personali, formative e professionali (profiling). Ti verrà consigliato, quindi, ilpercorso più adatto che può consistere nel proseguimento degli studi, nello svolgimento di un tirocinio, in una esperienza lavorativa o nell’avvio di un’attività in proprio.

La fase di orientamento prevede un primo livello e nel caso in cui l’operatore lo ritenga opportuno, un secondo:

Nell’orientamento di I livello, con l’aiuto dell’operatore svolgerai queste attività:

  • compilazione/aggiornamento e rilascio della Scheda Anagrafico Professionale (SAP) ovvero il documento che contiene i tuoi dati anagrafici, la formazione scolastica, eventuali percorsi formativi ed esperienze lavorative
  • informazione orientativa sul mercato del lavoro in ambito locale, nell’area geografica d’interesse, suisettori trainanti, sulle professioni e sui titoli di studio più richiesti
  • analisi del profilo e valutazione del tipo di bisogno (profiling) sulla base di variabili quali: il genere, l’età, il titolo di studio posseduto, la cittadinanza, la condizione (status) lavorativa dell’anno precedente, il tipo di nucleo familiare, la Regione e la Provincia di residenza, etc.
  • individuazione del percorso più idoneo in relazione alle caratteristiche socio-professionali rilevate e alle opportunità offerte dalla Garanzia Giovani
  • stipula del “Patto di servizio” con il Servizio Per l’Impiego e registrazione delle misure e dei servizi individuati e progettati durante il colloquio
  • eventuale rinvio ad altri uffici per servizi o misure specifiche assistenza tecnica e operativa per aiutarti a sviluppare competenze utili alla ricerca attiva del lavoro (ad esempio parlare in pubblico, sostenere un colloquio individuale, invio del curriculum, etc.)

Può accadere che l’operatore ritenga utile fare un secondo colloquio conoscitivo per approfondire le tue attitudini, capire meglio le tue motivazioni personali e costruire insieme a te un “progetto professionale”.

Un’occasione per ripercorrere la tua storia formativa e lavorativa, riflettere sulla tua esperienza e progettare eventuali cambiamenti o sviluppi futuri. La finalità è quella di aiutarti ad acquisire maggiore consapevolezza delle tue competenze e potenzialità, per avere maggiore autonomia e migliorare la ricerca attiva del lavoro.

Durante il colloquio verranno valorizzate le tue risorse personali (caratteristiche, competenze, interessi, valori, etc.) e valutato il contesto in cui sei inserito (familiare, ambientale), per il ruolo che esso può svolgere, in modo da aiutarti a intraprendere un percorso formativo o lavorativo.

Al termine del confronto, l’operatore avrà a disposizione più strumenti per capire se consigliarti la formazione o un nuovo lavoro.

In questo processo possono essere utilizzati questi strumenti:

  • Colloqui individuali
  • Laboratori di gruppo
  • Griglie e schede strutturate
  • Questionari, test psico-attitudinali e altri strumenti di analisi

La formazione è uno strumento fondamentale per acquisire maggiori conoscenze e competenze immediatamente spendibili nel mercato del lavoro. Per competere in un ambiente contraddistinto da cambiamenti sostanziali e continui, è fondamentale acquisire un bagaglio culturale e personale che ti aiuti ad entrare in maniera qualificata e qualificante nel mondo del lavoro.All’interno del Programma Garanzia Giovani hai la possibilità di intraprendere un percorso di formazione orientato all’inserimento lavorativo o al reinserimento nei percorsi formativi se hai un’età inferiore ai 19 anni.Vediamo quali caratteristiche differenziano i due percorsi che mirano ad avvicinare il mondo della scuola a quello delle imprese e del lavoro, e a creare un “ponte” tra la formazione teorica e l’esperienza pratica.

Il servizio di Accompagnamento al lavoro viene offerto da operatori qualificati dei soggetti accreditati/autorizzati ai servizi al lavoro che operano in ambito regionale.

L’accompagnamento al lavoro è una delle misure attivabili all’interno del percorso personalizzatoindividuato durante la fase di orientamento, e si occupa di progettare e attivare strumenti di inserimento lavorativo.

Quali sono gli obiettivi del servizio?