Ansia e lamentosità come espressione del disagio giovanile.

Timeline FacebookMolti aspetti del disagio giovanile sono espressi con atteggiamenti caratterizzati da ansia e lamentosità. In questi casi il giovane ci appare insicuro e smarrito nei meandri delle preoccupazioni che sono tipici del nostro periodo. A nulla valgono le rassicurazioni dei genitori che spesso sono loro stessi fonte di ulteriori dubbi ed incertezze.
E’ come se i giovani non avessero introiettato un modello di funzionamento capace di gestire delusioni e tristezze. Tuttavia queste emozioni fanno parte della vita di ognuno di noi, quindi il loro evitamento è impossibile.
Qui si evidenzia la necessità di un punto di riferimento stabile per i  giovani.Un luogo che sappia accogliere le loro menti ed indicare la prospettiva futura con l’esatta dose di ottimismo: ossia la famiglia.
Essa è scuola di tranquillità e luogo primario di accoglienza di tutte le nostre necessità soprattutto emotive. Lo spirito di famiglia è quella espressione che ci rimanda mentalmente ad una situazione in cui il rispetto della persona umana è sacro.
L’ambiente familiare sano è “l’assicurazione sulla vita” che ogni essere umano ha il diritto di avere e che ci consente di vivere relazioni stabili e durature.
E’ all’interno di quella particolare ed unica alchimia relazionale che si crea in una famiglia sana, che il giovane acquista la capacità di discernere ed orientarsi tra le tante proposte di vita che la società gli offre.
Diventa perciò un diritto fondamentale di ogni essere umano avere una famiglia, stipulare una assicurazione sulla vita che vada aldilà delle difficoltà contingenti e delle illusioni dei piaceri facili.
B.P.