Pubblicazioni recenti

Commenti recenti

Archivi

Come sono cambiati i giovani rispetto al passato

||Come sono cambiati i giovani rispetto al passato

Come sono cambiati i giovani rispetto al passato

Regole, principi, valori

Tante persone si chiedono se il bullismo sia un fenomeno del nostro secolo.In realtà, la figura del bullo è sempre esistita, ma è cambiata nel corso dei secoli adattandosi ai mutamenti dei differenti periodi.L’immagine che noi siamo soliti attribuire al bullo è quella di un giovane arrogante,dall’indole violenta, “rozzo” ma con un portamento fiero ed austero, desideroso,sì, di affermazione e supremazia sociale ma con un gran senso della parola data, del coraggio e della lealtà.
Oggigiorno continua ad essere protagonista di prepotenze,scherzi pesanti,piccole ferocie. Quel che cambia è il modo in cui il fenomeno viene diffuso e praticato. Alle scritte sui muri,all’invettiva lanciata in corridoio si è sostituito il telefonino con immagini fisse o mobili, e la possibilità facile e clamorosa di inserirle in rete. Se in passato, ad esempio, una ragazza veniva derisa, perchè brutta o grassa, lo si faceva verbalmente. Ora sono sempre parole,sì,ma diffuse in tutto il mondo del web.
Bisogna tener conto del fatto che oltre ai mezzi di comunicazione è cambiata anche la società, in particolare i giovani che vengono classificati come maleducati,irrispettosi e superficiali. In realtà, il disagio non è soltanto loro, ma anche e soprattutto della famiglia: infatti i genitori di oggi sono troppo permissivi, troppo disposti a proteggere e difendere i propri figli (anche nel caso dell’errore), a volte assenti e incuranti delle loro problematiche soprattutto in età adolescenziale. E’ cambiata il modo di rapportarsi tra genitori e figli, sia in ambito familiare che in quell’esterno. E’ mutata radicalmente la concezione della famiglia:non esiste più il momento del pranzo,della cena, del vedere un film insieme; o meglio esistono, ma in compagnia della televisione e del telefono cellulare…a mio avviso, si sono persi i concetti di dialogo e condivisione.
Oggi ci sono giovani che trascorrono la maggior parte del loro tempo libero a chattare,a condividere post e foto su Facebook, Istangram o su social network simili.
Non esistono più le passeggiate all’aria aperta, il condividere delle ore in compagnia, fondamentalmente si sono disgregati i valori e i principi di un tempo.
Dopo questo intervento, vorrei concludere facendo un augurio a noi giovani, affinché la manifestazione di oggi possa essere per noi motivo di riflessione su ciò che eravamo,su ciò che siamo e su ciò che saremo.

Alessandro Giurlanda
Liceo Scientifico
Soriano Calabro
2017-04-10T15:27:20+00:00

About the Author:

Leave A Comment

Acquista il libro "L'Altra Esistenza - Manuale di Genitorialità" Rimuovi