A chi giova far credere ai nostri figli che il mondo sia malevole e fazioso, che nulla valga spendersi per gli altri e vivere in un ottica solidale? Davvero i cultori della morte riusciranno a cancellare la parola speranza dal vocabolario delle nostre famiglie? L’aiuto si capisce se siamo i primi a porgerlo, se riusciamo ad uscire da quella situazione di vittimismo in cui ci piangiamo addosso, se valorizziamo i semplici gesti di altruismo che a volte possono salvare una vita. Aiutare per imparare a capire quando siamo noi a dover essere aiutati.